10 trucchi per la post produzione in fotografia

Quando parliamo di fotografia la post-produzione è importante. La post-produzione digitale, infatti, è l’equivalente di ciò che si faceva in camera oscura con la fotografia analogica. Ovviamente è un tipo di post-produzione molto diversa, che vede aprirsi un ventaglio di possibilità molto ampio e interessante. Leggi la nostra guida 10 trucchi per la post produzione in fotografia per scoprire alcuni trucchi utili.

La post produzione digitale

Per riuscire al meglio nella post produzione di una foto è utile conoscere alcuni trucchi ed accorgimenti che ci aiutino al trarre il meglio dalla post produzione digitale.

  1. Trova il programma adatto a te
    Se le modifiche che apporti alle tue foto sono minime non ha senso spendere soldi ed energie per comprare e imparare ad usare programmi di post-produzione sofisticati: esistono molti editor validi e gratuiti online con i quali apportare modifiche minime agli scatti.

  2. Cerca di avere le idee chiare prima di iniziare a post produrre

    Ricorda sempre che la post produzione digitale “rovina” le fotografia, modificandone la qualità. Per questo è sempre meglio andare ad agire con azioni mirate, senza fare mille prove rischiando di sovrapporre effetti che vanno ad abbassare drasticamente la qualità dell’immagine.

  3. Dichiarare il ritocco

    A meno che gli interventi sul tuo scatto non siano minimi e di sola regolazione di livelli non far finta di non aver compiuto la post produzione di una foto. Peggio di una fotografia mal post-prodotta c’è solo una fotografia post-prodotta, anche bene, ma che si spaccia per uno scatto non ritoccato.

  4. Post-produzione non significa necessariamente foto ritocco
    La post-produzione di una foto non coincide necessariamente con il ritocco degli elementi che sono presenti nello scatto. La post-produzione digitale può consistere anche soltanto nella regolazione di livelli di luce, esposizione o contrasto per migliorare una foto che è stato scattata in condizioni non ottimali.

  5. L’importanza dello scatto

    La post produzione digitale è un valido aiuto per i tuoi scatti ma è necessario ricordare sempre che la parte più importante è lo scatto! Evitate di ragionare dicendo “tanto lo sistemo in post-produzione”, nessun programma può fare miracoli per un brutto scatto, la base da cui partire deve essere solida.

  6. Non eccedere con la post produzione digitale

    Non farti prendere la mano! Spesso tendiamo a sovraccaricare le immagini di filtri e ritocchi quando in realtà la metà degli effetti inseriti sarebbe stata sufficiente per migliorare lo scatto. Non eccedere mai con i filtri nella post produzione di una foto: essa risulterà troppo finta e dunque non piacevole per l’occhio di chi guarda!

  7. La post produzione di può anche non usare

    Non fissarti sull’idea che la post produzione è sempre necessaria. Dai fiducia ai tuoi scatti, a volte potrebbe non essere necessario dover lavorare in post produzione digitale su una foto ma che essa sia già una bella foto senza bisogno di ulteriori aiuti!

  8. Usa la post produzione quando sai farlo!

    Se vuoi usare la post produzione digitale nei tuoi scatti prima impara a farlo: non ti buttare a capofitto in quella che è una vera e propria pratica professionale. Innanzitutto capisci quali sono le cose che ti servono realmente (il mondo della post-produzione digitale è davvero sconfinato!) dopo di che concentrati per imparare ad usare in maniera efficace gli strumenti a te necessari e non sottovalutare mai la difficoltà della post-produzione!

  9. Usa la post-produzione digitale per eliminare gli elementi di disturbo, non I “difetti” fisici!

    Vediamo spesso fotografie ritoccate male nel tentativo di eliminare presunti difetti del soggetto. La post-produzione è molto utile per eliminare elementi di disturbo (come rami che spuntano, staccionate o simili), ma evita di eliminare “difetti” fisici. Anzi, cerca di valorizzare i punti di forza del soggetto nel momento in cui scatti!

  10. Ricorda di non lavorare mai sullo scatto originale!

    Lavora sempre su una copia dello scatto, non sul file originale. In questo modo se ti accorgerai che in realtà lo scatto ti piaceva di più “al naturale” non ti troverai a piangere sul latte versato di uno scatto modificato in maniera irreversibile!

Ora che hai letto la nostra guida 10 trucchi per la post produzione in fotografia puoi trarre il massimo dai tuoi scatti e caricarli nell’archivio Gallerist: c’è qualcuno che potrebbe star cercando proprio le tue foto!

Scarica l’app

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Gallerist, e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità che riguardano l’app!
Come pensi di usare Gallerist?
* È possibile selezionare anche entrambe le risposte
N.B.: Cliccando “ISCRIVITI” accetti la nostra Privacy Policy